Noi... al completo!

10/01/12

parrocchia 2012



CHIAMALE SE VUOI …EMOZIONI

Mentre mi appresto a fare l’annuale riflessione da condividere con la comunità Bettolina, è ancora fresca l’emozione del concerto di Santa Cecilia del 4 dicembre 2011. Un concerto che ha superato ogni più felice aspettativa e che, come sempre, ha visto protagonista la Folkloristica assieme alle sue majorettes e color guards in uno spettacolo particolare e coinvolgente. 
L’Inno di Mameli ha dato inizio  al concerto per ricordare  il 150° anniversario dell’Unità d’Italia e la Folkloristica, all’ombra del tricolore, si è cimentata anche nella Sinfonia del Nabucco, brano piuttosto ostico che fino all’ultimo ha tenuto tutti con il fiato sospeso, per concludersi in un applauso scrosciante.
Ma il momento  più emozionante è stato di sicuro suonare un brano originale, che quasi nessuno aveva mai sentito, scritto e cantato dal bravissimo Andrea Pinsuti e strumentato per noi dal Maestro Scatena.  E l'emozione qui c'è stata prima, dopo e durante! Andrea che dedica il suo brano al nonno Carletto e al nonno di Francesco Paterni, altro componente del gruppo, Ghigo. Ghigo e Carletto, due pietre miliari nella storia de La Folkloristica di cui tutti noi abbiamo un ricordo così vivo. L'emozione di sentirsi orchestra  e accompagnare la bella voce di Andrea che canta prima la sua poesia poi le melodie di Steve Wonder. L'emozione di vedere questi giovani ragazzi mettersi in gioco con noi e fare gruppo,  confondersi con noi nel bis. L’emozione  dovuta alla consapevolezza di  costruire qualcosa di unico  “insieme”  alle altre realtà del paese.
La collaborazione  con Andrea è nata quest’estate, quando, preparando il video del brano “Spremiagrumi” per partecipare alla selezioni per Sanremo, ha voluto accanto a sé  anche la nostra banda e il M°  Scatena che non ha perso l’occasione di re-inventare “Anagramma”, brano vincitore di Sanremo Rock, per la banda. E riuscire  a far convivere musicisti e generi così diversi, credetemi, è stata una grande sfida ma anche una grande soddisfazione.  
Dietro tutto questo c'è un lavoro immenso,  c'è un impegno di tante prove, di tante sere passate a progettare e organizzare, a volte anche discutere animatamente, ci sono tanti registi che ognuno nel loro settore hanno tirato le fila, ci sono tante persone che hanno lavorato,  c'è un maestro, Paolo Scatena,  che ci  ha dato fiducia, che ha creduto che fossimo capaci di arrivare in fondo nonostante gli  innumerevoli contrattempi che mai come quest'anno si sono verificati.
La Folkloristica è una bella realtà a Bettolle ma per continuare gloriosamente come ha sempre fatto,  ha bisogno anche di nuove leve. Oggi la banda ha  sempre un discreto organico grazie anche a molte persone che vengono da fuori, ma non voglio nascondervi quanto sia difficoltoso adempiere a tutti gli impegni paesani. Approfitto quindi di queste pagine che entrano in tutte le case per ricordarvi che la nostra scuola di musica è accessibile a tutti e si avvale di ottimi  insegnanti, i maestri Marco Piattelli, Chiara Lucherini e Davide Cappelletti. Per dirvi che la “banda” è un bel posto dove far crescere i nostri ragazzi, dove imparano sì la musica ma anche il piacere di stare insieme e il valore impagabile di mantenere vivo il patrimonio culturale del nostro paese.
Tutto questo per continuare a  regalare e regalarsi delle grandi EMOZIONI!!

Lorella Fanotti

0 commenti: